influenza del flamenco nella progenie della rumba dei balli latino americani

influenza del flamenco nella progenie della rumba dei balli latino americani

Nel contenitore delle danze folkloriche latino americane, sono presenti tantissime tipologie di balli dalle radici molto antiche, legati soprattutto alla cultura africana del pre schiavismo ed in alcuni casi, influenzate dalla cultura europea, in particolar modo da quella spagnola del Flamenco.

Questi balli nascono e si diramano prettamente dalla cultura Africana e spagnola (specialmente di alcune particolari zone dell’Africa centrale ed occidentale e dell’Andalusia), giungendo sino a noi, nel presente, grazie alla loro continua metamorfosi.

Molteplici sono i balli della cultura Afro-caraibica e Spagnola, che col tempo, si sono contaminati o mescolati tra loro o tra altre correnti artistiche più occidentali, sino ad essere oggi molto conosciuti, attraverso i loro nomi popolari, come ad esempio:

la salsa, il merengue, il reggaeton, la bachata, il cha cha e molti altri ancora….

Per non confondere le idee e citare più di 1000 tipologie di danze popolari antiche, provenienti dalla cultura afro-latino-americana, ci concentreremo su quella che in particolar modo, ha dato direttamente linfa vitale a tantissime altre tipologie di danze latino americane: La Rumba Cubana.

Da questo ballo da strada afro-cubano, derivano varie forme conosciute di altri balli popolari; la rumba è di fatto la madre di danze come il Son, la Salsa, il Cha cha e molte altre ancora…

La Rumba Cubana, trae origine e molta contaminazione, dai principali balli della cultura Spagnola, specialmente dal ballo del Flamenco, tanto che in alcuni frangenti, la Rumba Afro Cubana prende una forma parecchio somigliante alle posture ed alle gestualità presenti nella danza flamenca (in un primo momento, inserita nella cultura delle danze afro-latine, per sbeffeggiare i propri conquistatori e padroni schiavisti di origini spagnole).

Purtroppo delle forme di Rumba originali, si è perso molto nel tempo, alcuni storici affermano addirittura che la Rumba afro-cubana, comprendesse svariati sottogeneri, circa una decina…

Nel panorama folklorico della danza popolare cubana sono a noi rimaste solamente quesi generi di Rumba-afro: Yambù, Guaguancò e Columbia. 

Le tipologie di Rumba del Yambù, del Guaguancò e della Columbia

Yambù: In questo genere di rumba, al contrario degli altri, non è presente il contatto fisico tra la dama ed il cavaliere.
Il compito della dama consiste nell’attirare nel il cavaliere in una sorta di corteggiamento, questo avviene per mezzo di figure corporee e mimiche espressive sensuali, basate su un ritmo distribuito su una struttura lenta ma melodiosa.
Metaforicamente, il più delle volte, il Yambù è caratterizzato a livello di rappresentazione, come una danza di un cavaliere attempato incline a corteggiare con garbo, una giovane dama.
Lo scorrere del ritmo risulterà perciò abbastanza lento, in particolar modo rispetto ai restanti stili di Rumba; un elemento essenziale del Yambù è che in esso il movimento del “vacunao” è vietatissimo!
“En el Yambù no Se Vacuna!”

Questa frase, presente come cantato in molti brani di Rumba Yambù, sta ad indicare che il cavaliere, durante il suo corteggiamento, non deve assolutamente utilizzare il “vacunao”; il cosiddetto gesto simbolico (del quale spiegheremo a breve), che rappresenta con stile molto pantomimico, la “penetrazione” che il cavaliere prova a sferrare nei confronti della sua dama durante il ballo. 

Guagancò: è uno stile di Rumba imperniato sul corteggiamento e sulla pantomima dell’atto amoroso/corteggiamento tra uomo e donna, il Guaguancò si sviluppa su un ritmo molto più veloce dell Yambù.
Durante un Guaguancò, il ballerino esegue dei movimenti virili ed una continua serie di finte molto veloci, volte ad ingannare la ballerina, distraendola il più delle volte, in modo da poter entrare nella sua intimità attraverso il movimento del “Vacunao”…

Questo movimento è caratteristico del Guanguancò, rispecchia l’essenza stessa della Rumba e della vita stessa, rappresentando tutto il romanticismo, la simpatia, la felicità e le problematiche che possiamo riscontrare in un corteggiamento reale tra un uomo ed una donna innamorati.

Il Vacunao è infatti il movimento che simboleggia l’atto amoroso, l’uomo cerca di raggiungere in senso metaforico l’intimità della propria ballerina, attraverso una serie di movimenti caratteristici della gestualità maschile nella rumba cubana: il vacunao può essere rappresentato da un calcetto, una mano allungata, un brusco movimento pelvico e così via…

Anche nella Rumba, nel caso del Guaguancò, è sempre l’uomo che deve compiere i primi passi, avvicinandosi alla propria dama, circuendola con la sua tecnica di ballo mascolina e cercando infine di conquistare la sua attenzione e la sua femminilità.

La dama, a sua volta, cerca nel Guaguancò di ritrarsi da questo tanto esplicito quanto non molto elegante corteggiamento, cercando di evitare con movimenti specifici della gestualità femminile, il vacunao del compagno di ballo.

A discapito di questo, il compito della dama, resta quello di continuare a civettare e ad ammiccare col suo cavaliere, facendolo soffrire e soprattutto sudare, per la sua causa…

Ad un certo punto, se la donna subisce il vacunao senza essere corsa ai ripari (compito anche questo suo), dovrà ad un certo punto sottostare al volere maschile, pantomimando diverse scene, una delle quali ad esempio: la pulizia del pavimento tramite il fazzoletto del suo cavaliere :-).

Columbia: È uno stile rumbero originario della regione cubana di Matanzas, qui danzano solo gli uomini (los rumberos), con lo scopo finale di mostrare forza e mascolinità attraverso l’esecuzione di movimenti molto difficili, sincopati e veloci, su un ritmo musicale altrettanto rapido.

In alcuni casi, il danzatore di Columbia può giungere anche alla prova dei coltelli, nella quale il ballerino danza a seconda di un ritmo crescente impugnando delle lame, utilizzandole velocemente per sfiorarsi tutte le parti del corpo.

In questo stile vengono utilizzate anche bottiglie, fiamme o qualsiasi oggetto improvvisato con il quale si possa dar prova di virilità.
Quando infine vengono introdotte acrobazie e movimenti inconsueti rispetto alla rumba tradizionale, questa prende il nome di Jiribilla.

Cosa nacque dalla rumba e perché ebbe i suoi momenti difficili?

Inizialmente la Rumba non venne ben accettata dalla borghesia cubana, i comportamenti maschili erano catalogati come troppo azzardati, mentre quelli femminili troppo dissoluti.

Per queste ed altre ragioni, la rumba inizialmente ebbe difficoltà ad emergere, rimanendo confinata per lungo tempo nei quartieri (chiamati solares) e nelle periferie urbane.


La rumba come già spiegato, diede poi vita diversi stili, uno che predilige la parte romantica (lo Yambù), l’altra più cruda (Guaguancò e Columbia).
La parte romantica diede poi vita allo stile rumba/beguine, mentre la parte più aggressiva e callejera (da strada) del Guaguancò, diede vita allo stile maggiormente caraibico dal quale sorgeranno in seguito: Mambo, Son e Salsa Cubana.

La Columbia mescolata ad altre sonorità, in particolar modo a quelle della Bomba, diede origine alla Salsa Portoricana.

Il ballo della Rumba fu perciò tra i primi di quelli afro-latini a diffondersi anche negli Stati Uniti.

La rumba è tutt’oggi ballata in molti quartieri delle città cubane, pur essendo la radice di molteplici stili musicali, la sua forma originale, permangono e vengono tramandate da generazione in generazione come patrimonio artistico dell’umanità.